Aiuto! Cosa mi metto?

Il look giusto per partecipare a un evento Stiletto Academy

Da anni, la domanda più ricorrente ricevuta via mail o commento su facebook nei giorni precedenti ad un evento Stiletto è stata, ed è ancora: Ma cosa mi metto?

Normale amministrazione, non preoccupatevi.

Chi partecipa ad un evento può vestirsi come le pare, l’unica prerogativa sono i tacchi: da 6cm a infinito. Una cosa utile, però, è avere il bacino fasciato da gonna o pantaloni, in modo che io possa vedere bene i vostri movimenti, per correggervi se siete fra le volontarie che si prestano all’esercizio davanti a tutte. Se avete una gonna a ruota, difficilmente riuscirò a darvi un piccolo consiglio “en passant” anche privatamente, come succede sempre. Quindi fasciatevi! Pantaloni, gonne strette, tubini, legging.

Di solito i tacchi delle partecipanti sono variatissimi, ma vale un consiglio universale: indossateli una volta arrivate in location, così non vi stressate durante il viaggio né subìte incidenti di percorso. Ecco perché abbiamo ideato le bustine per mettere i tacchi in borsa o in valigia. Ho visto tante di quelle ballerine varcare le soglie dei nostri workshop, che ormai le fatine in quelle ore sono vaccinate.

Pensate che è una domanda che mi sono posta anche io ogni singola volte che organizzavo un corso negli ultimi 5 anni, finché non ho optato per la mia uniforme “tubino rosso-décolletées cipria” e ciaone. Come Zuckerberg, Iron man e Minnie: la mattina non hanno più lo sbatta di decidere perché si vestono sempre uguali. E io il mio tubino non lo mollo più, è troppo comodo non doversi scervellare per ore con il “Non ho niente da mettermi!” perché, anche se ho duecentocinquanta paia di scarpe, al momento di vestirmi non ho giustamente niente da mettermi con quel determinato vestito.
Siamo donne, oh.

IMG_8537

Oltre al tubino e le cipria, negli anni ho sviluppato dei trucchetti che nessuna vi svelerebbe, ma a me non disturba raccontarvelo. Ve ne svelo tre.

Barbartucchi della Spora per il look da evento

A) Fondotinta totale globbale. In evento mi fotografano piedi, gambe, tutto, e queste maledette lo fanno a tradimento. Io mi vedo apparire sui vari profili Instagram, Twitter e facebook senza un’oncia di controllo. E se ho un brufolo? E se ho un livido al polpaccio? TRAGEDIA. Allora altro che cerone in faccia, io mi “fondotinto” anche braccia e corpo. Photoshop in tubetto e sei solo a un grado di separazine da Barbie: la plastica. I fondotinta corpo sono abbastanza diffusi, chiedete in farmacia e munitevi di uno scrub e guanto grattante perché per toglierlo ci vogliono venti minuti.

B) La guaina ciclista. Siamo oneste: noi nanette curvy siamo molto fiere del nostro derrière, ma a una certa età, se non fai un’attività regolare che vada ben oltre il chinarsi per infilarsi gli stiletti la mattina, sei un po’ ciccia ovunuque. Io per esempio ho la pancia da Dulce de Leche e col tubino rosso è bruttina, inutile dire curvy qua, curvy là. Ho la pancia, stop. Adesso il mio culo avrà un altro segreto in comune con quelli di Kim Kardashian, Beyoncé e J-Lo: mi sono comprata la guaina stringi-pancia e cosce.
So che io e guaina saremo delle grandi amiche e l’ho soprannominata “ciups” perché ti senti tutta ciuppata dentro. Bye bye pancia!

riducella-spora

C) Nefertiti style. La ritenzione idrica è causata da molti fattori, come spiega l’Estetista Cinica nelle sue 5.5 verità. La mia è causata da un cattivo microcircolo, oltre a mangiare normalmente salato ed essere un po’ ciccetta causa merendini. Non do colpe insensate a intolleranze, gonfiori, tiroidi e altre fantasie: io magno, e mi piace pure. Ma non demordo lato pancia, cerco di mangiare meno salato e ogni volta che passo da Milano mi faccio uno Slim_Me ovvero le bende ai sali che ti fanno sudare la ritenzione e perdi un botto di centimetri in 70 minuti secchi. La pancia si dimezza, le mie caviglie si sgonfiano, e si attenuano pure le “alette” sotto le braccia (and you know what I mean), è un miracolo in terra cinica. Lo trovate nel suo shop, e spesso ai nostri eventi.

Tanti bacini da me e “ciups”, ci vediamo in evento!
firmaSpora

Salva